Nabq – Dahab

Nabq – Dahab

Ad appena una trentina di km dalle frequentatissime spiagge di Sharm El Sheikh sorge Nabq, con la sua barriera corallina litoranea a pochissima distanza dal deserto dell’entroterra. A Nabq fin dal 1992 è stata creata una riserva marina protetta, per tutelare le barriere coralline e le foreste di mangrovie che si sviluppano lungo l’intera area costiera, a anche per preservare lo stile di vita delle popolazioni beduine locali a cui è stata affidata la responsabilità della gestione della maggior parte dei servizi turistici della zona.

Le immersioni subacquee sono una delle attività più popolari e meglio organizzate di Nabq, grazie all’incomparabile bellezza dell’ambiente sottomarino, dove i fondali sabbiosi digradano dolcemente verso le barriere coralline, straordinariamente ben conservate e popolate da una varietà infinita di pesci.

Le spiagge sono meravigliose, com’è logico attendersi in un’area protetta, e offrono ai più dinamici la possibilità di praticare tutti il giorno volley, calcio e basket in riva al mare.

punto_esclImperdibile

Da Nabq si apre un’incredibile vista sul deserto, con il Monte Sinai che si eleva maestoso al di sopra delle colline circostanti. Chi desidera inoltrarsi nel deserto, può optare per escursioni in fuoristrada, in quad o a dorso di dromedario, approfittando dell’ospitalità dei Beduini per gustare un barbecue sotto le stelle prima di fare ritorno agli hotel della costa.

punto_interrForse non lo sapevate

Nabq ospita la foresta di mangrovie più estesa del Sinai. Le mangrovie sono importantissime, perché con le loro radici purificano l’acqua marina.

A Nabq è ancora ben visibile il relitto della “Maria Shroeder“, una nave inabissatasi sulla barriera corallina nel 1965; gran parte dello scafo sporge ancora oggi dal pelo dell’acqua, mentre la parte sommersa è diventata il nuovo habitat di una ricca varietà di coralli e di altri organismi marini.

pulsante _rosso

Scopri cosa fare sul Mar Rosso