L’isola del Faraone ed escursioni da Taba

L’isola del Faraone ed escursioni da Taba

L’isola del Faraone

Alcuni chilometri a sud di Taba, a poche miglia dalla costa, sorge l’isola del Faraone, che è giustamente uno dei luoghi più fotografati della regione.

Canyon

Dopo un rapido briefing sulle norme di sicurezza da rispettare e qualche prezioso suggerimento, potrete salire a bordo del vostro quad e iniziare a gustare l’ebbrezza di un percorso che si inoltra tra le pareti del canyon. E quando a metà strada vi fermerete per una breve sosta e per una bevanda fresca, scoprirete di essere circondati dal rumore del silenzio.

Anche se i canyon profondamente scavati nella roccia oggi appaiano asciutti, devono in realtà la loro esistenza alle acque dei fiumi, alle inondazioni e alle alluvioni passate.

Un tempo questa regione era infatti soggetta ad abbondanti precipitazioni che andavano ad alimentare vecchi torrenti, di cui è ancora facilmente visibile l’alveo. Anche oggi, del resto, durate la corta stagione delle piogge in questa zona si abbattono violenti temporali e gli wadi (i letti asciutti dei torrenti) subiscono piene brevi e impetuose.

Perfino durante la stagione estiva asciutta l’acqua è più abbondante di quanto non si pensi e gli arbusti (spesso saggine) che spuntano dalle rocce hanno un apparato radicolare ben sviluppato proprio per trovare e accumulare l’acqua preziosa.

Parco Nazionale di Taba

A sud-ovest di Taba si stende l’omonimo Parco Nazionale, che occupa una superficie di circa 3.590 km quadrati e racchiude una ricca varietà di elementi morfologici e naturali.

punto_interrForse non lo sapevate

Il pesce pagliaccio (divenuto famoso negli ultimi anni come protagonista del film “Alla ricerca di Nemo“) è, a dispetto del suo nome, uno dei pesci più furbi che esistano.

Di pesci pagliaccio ne incontrerete molti nelle acque limpide intorno a Taba, ma forse pochi conoscono la strana relazione simbiotica di questo pesce con gli anemoni di mare.

pulsante _rosso

Scopri cosa fare sul Mar Rosso