Avventura nel deserto a Marsa Alam

Avventura nel deserto a Marsa Alam

Per coloro che sono alla ricerca dell’avventura nel deserto, vengono organizzate numerose escursioni nel deserto e verso le attrazioni nelle vicinanza. Da Marsa Alam si può infatti partire per un safari in fuoristrada o in un quad e raggiungere un autentico villaggio beduino. L’escursione può durare mezzza giornata o una giornata intera e si conclude con un barbecue al suono delle musiche e delle danze beduine. Una colta giunti al villaggio, ai turisti viene offerta anche la possibillità di fare un giro nel deserto a dorso di dromedario.

E’ opinione diffuza che siano stati i Faraoni egizi ad avviare le attività di estrazione degli smeraldi nella zona montuosa del Deserto Orientale a sud-ovest di Marsa Alam. Iedntificata più tardi come Miniere di Cleopatra o Mons Smaragdus (Montagne di smeraldo), l’area divenne il più famoso complesso minerario del mondo antico. Le miniere di Wadi Gimil, Wadi Sikeit, Wadi Nuqrus e Gebel Zabara furono intensamente sfruttate durante i periodi romano e tolemaico. Oggi, le rovine degli inserimenti minerari di Zabara e Sikeit sono ancora visibili vicino a Marsa Alam, così come i resti dei templi e delle antiche miniere.

Gli appassionati di storia non potranno mancare duncque una visita a queste miniere che, come tanti altri siti in Egitto, recano evidenti le tracce delle varie civilità che per migliaia di anni ne sfruttano le pietre preziose.

Non lontano da Marsa Alam sorgono i resti dell’antico porto romano di Myos Hormos, dove oltre ai manufatti romani ottimamente conservati i turisti possono ammirare anche circa 200 iscrizioni geroglifiche rupestri a Wadi Hammamat. Molte di queste iscrizioni hanno 4000 anni e ritraggono le tradizionali imbarcazioni di giunco dirette verso il Nilo. Wadi Hammamat è famoso anche per la pietra di Bekheny, una bella roccia ornamentale di colore verde ritenuta sacra nell’antichità. Questa pietra venne estratta fino all’epoca romana per la produzione di coppe, statue e perfido sarcofagi. Numerosi oggetti realizzati con la pietra di Bekheny sono stati rinvenuti nelle Piramidi dei Faraoni. In epoca più tarda, lungo questo wadi i Romani costruirono diverse torri di guardia, molte delle quali sono ancora visibili.

pulsante _rosso

Scopri cosa fare sul Mar Rosso